Andrew Kaufman

 

Un’eroica normalità

Chi non si è mai sentito per una volta nella propria vita come l’eroina Prima o Poi, dalla “stupefacente abilità nel pensare in grande e una capacità sconfinata di procrastinare”; o ancora come l’eroina Soap Opera, “che riesce a provare più empatia per i personaggi televisivi che per le persone reali”? La storia di un gruppo di supereroi amici e di un ragazzo comune che sposa una di loro. Una classica storia d’amore con superpoteri che assomigliano tanto ai vizi e ai difetti di ognuno di noi

 

di Florinda Fiamma

Un libro che ci permette di riconsiderare il concetto di “supereroe” e di riportarlo sulla terra. Chiunque di noi, in fondo, ha una sua eccezionalità, basta distillarla per ottenere un superpotere personale. In questo modo, però, non si è in salvo da ogni male: anche un supereroe può soffrire per amore.

Pare che a Toronto esista un manipolo di supereroi. Ma non di quelli che volano in tutina e mantello per salvare il mondo, o per distruggerlo. I supereroi di Andrew Kaufman (scrittore, regista e conduttore radiofonico canadese) sono diversi, a volte anche goffi e sfortunati, ma sono in grado di distillare la propria personalità e le peculiarità di ciascuno di loro. È così che si acquista un superpotere. A Toronto, poi, vive un uomo normale, Tom, che si innamora e riesce a sposare una supereroina, la Perfezionista, detta Perf. Chiaramente lei è impeccabile e meravigliosa, perché fa tutto in modo perfetto, fino all’ultimo piccolo particolare. Avere a che fare con persone così fuori dalla norma ha i suoi inconvenienti: Ipno, l’ex fidanzato della Perfezionista, anch’egli ovviamente supereroe, ha il potere di ipnotizzare le persone e, il giorno del matrimonio tra lei e Tom, la ipnotizza convincendola che il suo neomarito è invisibile.

Qui ha inizio la tragedia: se Perf è convinta di essere stata abbandonata appena dopo l’altare, Tom si strugge per tornare a brillare negli occhi della sua amata. La sua mediocrità di uomo normale lo rende invisibile. Per questo sarà perdente? Senza superpoteri Tom riuscirà a ricordare alla propria donna il loro amore? Niente da fare, serviranno 124 pagine, un aereo con cui la supereroina cercherà di scappare dalle sue pene d’amore e un catalogo di storie di supereroi per arrivare a una soluzione… perfetta.

Tutti i miei amici sono supereroi è un libro divertente, leggero ma non troppo, che, accanto alle descrizioni più o meno bizzarre di caratteri umani (distillati), riesce a giocare con i difetti e le fissazioni nei quali normalmente sguazziamo (se ho desiderato essere la Perfezionista, ho temuto l’indolenza e la tendenza a procrastinare di Prima o Poi e sono rimasta terrorizzata dal Mostro dell’Ansia). Soprattutto, però, questa è una storia d’amore, che racconta con ironia un sentimento profondissimo, misto alle manie quotidiane.

Un giorno, prima di iniziare la loro storia d’amore, la Perfezionista bussa, nervosa e agitata, alla porta di Tom. “La neve, non riesco a mettere a posto i fiocchi di neve. Ho cercato di mettere in ordine i fiocchi, ma non ci sono riuscita”. Tom porta la Perfezionista in piena campagna, dove c’è un campo di neve immacolato. Tom le chiede se ora riesce a mettere in ordine quei fiocchi. “Lo sono già, – risponde lei. Era stato in quel preciso momento che Tom si era innamorato di lei. Si rivide lì, al suo fianco, davanti al campo coperto di neve, mentre si stava innamorando”. “O logos deloi oti”, il racconto insegna che: non si sa se vale di più un superpotere o la normalità. Ma quando è la propria debolezza a far innamorare qualcuno, la cosa è davvero preoccupante, anche per chi crede di essere un supereroe.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...