Nick Laird, La banda delle casse da morto

 

Quei soldi sporchi che gettano scompiglio

di Rossano Astremo

Questo è un romanzo scoppiettante, uno di quelli che ci metti davvero poco a leggerlo, perché le pagine le divori come campari gin in notti d’inizio estate, uno di quelli che, una volta giunto al termine, ti viene voglia di consigliare a tutti i tuoi amici, uno di quelli che ti piacerebbe averlo scritto e invece ti tocca, ahimè, solo leggerlo. Titolo: La banda delle casse da morto. Autore: Nick Laird. Editore: minimum fax.  Questo è il primo romanzo di Nick Laird, autore originario dell’Irlanda del Nord, che ha già all’attivo una raccolta di versi, “To a Fault”, e un matrimonio con la splendida Zadie Smith. La storia si svolge tutta in cinque giorni, dal 7 al 12 luglio del 2004, ed ha come protagonisti due amici d’infanzia, Geordie e Danny. Danny, dopo gli anni passati a Ballyglass, cittadina dell’Irlanda del Nord, e dopo i suoi studi universitari, lavora da qualche anno come avvocato in un prestigioso studio legale a Londra. Un lavoro che odia più d’ogni cosa, ma che svolge, nonostante tutto. All’improvviso, dopo anni di silenzio, gli piomba dietro la porta di casa Geordie, come già detto, suo amico d’infanzia, con il quale custodisce un antico segreto tenuto a tutti nascosto. Geordie ne ha combinata una delle sue, si è messo nei guai, ha giocato col fuoco, frequentando la gente sbagliata, e soprattutto la sorella dell’uomo sbagliato. È stato costretto a lasciare la sua città. Parte verso la capitale inglese con una busta tra le mani contenente denaro che mai avrebbe dovuto possedere. Sono soldi sporchi. La sua ragazza, la prorompente Janice, gli ha rubati al fratello. Non avrebbe mai dovuto farlo. Aggiungere altri dettagli sarebbe davvero un peccato per i papabili lettori. Posso solo dirvi che nei cinque giorni in cui si svolge la vicenda i soldi in questione detteranno il ritmo della narrazione, il dipanarsi dell’intreccio, l’incontro e lo scontro tra personaggi, un po’ come la palla da baseball di “Underworld” di DeLillo. Un romanzo carico di suspance, certo, ma anche un romanzo sull’amicizia, sull’amore che piomba quando meno te l’aspetti, e sul giusto valore da dare alle scelte che determinano lo svolgersi della nostra vita.

 

Annunci

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...