Allen e Louis Ginsberg, Affari di famiglia

 

ALLEN E LOUIS GINSBERG: FAMIGLIA, POESIA, POLITICA

di Rossano Astremo

Un documento importante, una modalità differente per entrare nel mondo di Allen Ginsberg, uno dei più grandi poeti del Novecento, attraverso la lettura della corposa corrispondenza con il padre Louis, anch’egli poeta. Trecento pagine di lettere tra i due, scritte tra il 1957 e il 1965, ora pubblicate da Archinto, con il titolo di Affari di famiglia. Anni fondamentali questi per Ginsberg e per l’intera Beat Generation. Tangeri, Venezia, Roma, Parigi, poi il ritorno, poi la nuova partenza, San Francisco, Argentina, Cile, Bolivia, Perù, Marocco, Israele, India e ancora Cuba, Cecoslovacchia, Unione Sovietica. Anni di viaggi senza mai smettere di tenere informato il padre sul suo stato di salute, ma non solo. Uno scambio fitto con alcune costanti che emergono: la famiglia, la poesia, la situazione politica. Il girovagare di Ginsberg inizia nel marzo del 1957, periodo fondamentale per i Beat, perché, a pochi mesi dall’uscita di “Urlo e altre poesie”, primo libro di Ginsberg, questo viene sequestrato per oscenità e il processo successivo, seguito da Ginsberg da Parigi, non fa che aumentare il successo di vendite del libro e la crescita di fama di Ginsberg e dei suoi sodali. Nel settembre sempre del 1957 Kerouac pubblica, dopo anni di peripezie e rifiuti editoriali, “Sulla strada”, nel 1958 Corso pubblica “Benzina” e di lì a poco Burroughs avrebbe dato alle stampe il fondamentale “Pasto nudo”.
La crescita di fama di Ginsberg è uno dei temi fondamentali della corrispondenza con il padre Louis, il quale considera ottima la poesia del figlio, con qualche riserva per la prosa di Kerouac (totale la sua stroncatura a “I sotterranei”) e per alcune idee dell’intero movimento: “Quelli della Beat Generation sono ribelli a causa di un mondo disordinato ma senza Causa; tutto per loro è completamente sbagliato; essi soli nella loro speciosa umiltà e religiosità arrogante sono nel giusto; vanno agli estremi e buttano via il bambino con l’acqua sporca”. Louis Ginsberg è uno scrittore che vede con perplessità le sperimentazioni di molta poesia a lui contemporanea, ma si è sempre dimostrato aperto all’ascolto: “È vero che i nostri metodi di scrivere versi possono essere differenti, ma entrambi aspiriamo all’idea centrale di una maggiore consapevolezza, un’intuizione più profonda e un più ricco godimento del fenomeno stupefacente della vita”.
Se l’affetto tra i due non è mai stato messo in discussione, se, nonostante gli accesi scambi epistolari, le differenti visioni sul ruolo e sui modi di far poesia riescono a rinvenire un punto di consonanza, è la politica il vero terreno sul quale padre e figlio non troveranno mai un accordo. Un approccio totalmente diverso sulla rivoluzione cubana, sullo stato d’Israele, sull’evolversi della guerra fredda e sulla guerra in Vietnam, saranno alla base di accese accuse, dirette, pungenti, impetuose. Scrive Louis: “Scrivi ancora lettere e non cartoline perché ho una gran voglia di sapere tutto su quello che fai e che pensi, anche se, almeno in politica, siamo d’accordo di non essere d’accordo”. Ginsberg è un pacifista, di lì a poco diverrà il padre spirituale dei figli dei fiori e punto di riferimento del movimento hippy, la non violenza sarà uno dei valori che perseguirà sino alla morte. Il pragmatismo del padre e il suo anticomunismo sempre manifestato a spada tratto saranno terreno minato di inconciliabili discussioni.
“Affari di famiglia” è un piccolo gioiello per tutti i cultori della Beat Generation.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...