una poesia di Florinda Fusco

 

da La signora con l’ermellino

di Florinda Fusco

:::

0.2

mettetemi un cielo nell’ombelico e vi donerò tutto il mio sonno

le ossa intrecciate di fili di ferro il peso della carne

premuto sulla terra i capelli cresciuti di spilli

osservate il corpo steso i suoi impercettibili movimenti il piede lieve di aria

non aprirò la mia bocca di cemento

per dirvi

tornate più tardi, è sempre troppo presto

Annunci