La prima immagine che ho di te…

ecce_pollo_by_yonoi.jpg

La prima immagine che ho di te

è un occhio di candido smarrimento

su un monitor divenuto prigione.

La seconda immagine che ho di te

è il tuo corpo perduto in un locale

e poi il suo liquefarsi in mesi di guerra.

La terza immagine che ho di te

è una bocca immobile in una stanza.

Tu mi ammali: è l’innesto perfetto.

 

r.a.