Jocanda Art ospita Distanze: reading del sottoscritto, martedì 29 aprile ore 19,30

Jocanda Art

ospita

Distanze

Martedì 29 aprile ore 19.30

piazza Regina Margherita 19, int 5

Roma

Per chi non vi fosse ancora capitato, Jocanda propone una collettiva degli artisti ospitati fino ad ora. I contrasti sulfurei delle fotografie di Luciano Rignanese; i ghigni striscianti delle icone di Luigi Massari. Il lavoro materico di Gianni Fava e il sintetico distacco di Gennaro Branca. Bato, le sue speculazioni sospese e le complementari visioni al femminile di Erelin e Lucia Lacirignola. Un breve resoconto di Jocanda fino a qui. Una pausa.

Una lettura per conciliare la riflessione e riattivare un percorso.


Il reading:

Distanze

di Rossano Astremo

“Che tutti i sogni parlino della tua assenza,

questo chiedo prima della chiusura

delle palpebre, del lento perdersi

del vigore della respirazione,

che tutto sia un continuo dialogo

con l’oblio rinato in altro loco.”

da Distanze

Dove prima c’era un corpo, ora rimane solo il suo riflesso.E’ la mancanza lo stato d’animo predominante nei versi di Rossano Astremo. Una mancanza fatta di corpi fragili e di emozioni sintetiche che si incatenano ad ogni pensiero trasformandolo in vecchia pellicola, consumata dagli sguardi. I versi di Distanze si muovono in un labirinto sterilizzato al confine tra sonno e veglia. Un rosario di sensazioni oscilla ossessivo tra piacere e disgusto, lasciando fiato solo ad un’ultima preghiera: che il risveglio sia l’unica verità possibile. Distanze ha il sapore di una storia d’amore agli sgoccioli, prossima all’ossessione, che si nutre dei suoi avanzi e si rigenera nel suo racconto. La fotografia di una distanza fisica che va scomparendo in distanza mentale.

Rossano Astremo, nato nel 1979, è di Grottaglie (Ta). Attualmente vive a Roma. È giornalista pubblicista. Scrive per Il Nuovo Quotidiano di Puglia. Ha pubblicato le raccolte di versi, Corpo poetico irrisolto (Besa, 2003) e L’incanto delle macerie (Icaro Editore, 2007), e il saggio Jack Keroauc. Il violentatore della prosa (Icaro Editore, 2006). Suoi testi critici e creativi sono sparsi su riviste cartacee, webzine e antologie.

Per contattarlo: https://vertigine.wordpress.com; rossanoastremo@libero.it.