Non altre combinazioni: una mia poesia

La lampada piazzata accanto al nulla

dona luce sul tuo seno di pura seta.

Oltre il vetro una pioggia acida divampa.

La verità è che ogni grammo del nostro

amore ha il peso specifico del granito,

la verità è che non è in un altrove

che cerchiamo dimora, ma qui, solo qui,

tra queste lenzuola che evocano tempesta.

Eppure, nel tutto che siamo, ci portiamo

addosso ferite che stentano a chiudersi:

privi di terrore le annichileremo,

privi di terrore, io e te – non altre combinazioni.

r.a.