Una poesia di Ben Lerner: da “The Lichtenberg Figures”

Da “The Lichtenberg Figures”
di Ben Lerner

Sangue sul tempo che abbiamo tra le nostre mani
Sangue sui nostri fogli, sui nostri spartiti,
Sangue sui tappeti
dei ring, sulle tele di Henry Matisse.

L’uomo immaturo sviene alla vista del sangue
e così è costretto a chiudere gli occhi
mentre fa fuori il suo terrier
con un’esile lama. Stanotte,

sangue condensato dal vapore atmosferico
cade sulla terra. Cade lentamente.
I concerti sono cancellati, le partite posticipate.
In galosce e con impermeabili, giocano i bambini.

Un arco di sette colori spettrali appare di fronte al sole,
effetto della luce rifratta attraverso le gocce di sangue.

(trad. Rossano Astremo)

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...