Dieci buone ragioni per leggere “Romantic Italia. Di cosa parliamo quando cantiamo d’amore” (minimum fax, 2018) di Giulia Cavaliere

 

romantic-italia-2106

 

Dieci buone ragioni per leggere “Romantic Italia. Di cosa parliamo quando cantiamo d’amore” (minimum fax) di Giulia Cavaliere

di Rossano Astremo

  1. Perché è un libro che trasuda passione in ogni sua pagina, scritto da una delle più talentuose critiche musicali oggi presenti in Italia, che in apertura del libro dichiara: “ Se penso a cosa ho fatto nella mia vita, l’unica verità che mi sento di affermare è che ho ascoltato canzoni italiane e canzoni d’amore ogni giorno, davvero ogni giorno”.
  2. Perché è un libro in cui l’autrice abbina alla passione una smodata competenza; il racconto delle singole canzoni selezionate è un perfetto equilibrio tra riflessioni emotive e annotazioni stilistiche e nella mescita di questi due elementi la lettura scorre che è un piacere.
  3. Perché è un libro che, nel suo viaggio che va da Nilla Pizzi a Liberato, può essere anche letto come testimonianza dell’evoluzione dei gusti, dei costumi e dei sentimenti degli italiani.
  4. Perché, dopo averlo letto, potrete scrivere all’autrice e chiederle: ma perché non hai messo “Labbra blu” dei Diaframma?
  5. Perché è un libro che mentre lo leggi puoi anche cantarlo, visto che nel racconto delle singole canzoni sono presenti estratti dei testi, e a me è capitato di cantarlo spesso, specialmente a pagina 37, pagina 47, pagina 66, pagina 116, pagina 151, pagina 164, pagina 189, pagina 205, pagina 214, pagina 223, pagina 232, pagina 239, pagina 246, pagina 270.
  6. Perché è un libro che può essere letto anche come un pamphlet sui mille modi di declinare un amore, dall’amor passione all’amore ideale, dall’amore distante alla fine di un amore, dall’amore ossessione all’amor giocoso, e ciascuno di noi, attraverso l’immersione in questi piccoli mondi di senso chiamate canzoni potrà passare in rassegna la propria vita sentimentale: ce l’ho, ce l’ho, mi manca, ce l’ho.
  7. Perché ha la copertina più bella del 2018 che potete scorgere in tutto il suo splendore in apertura d’articolo.
  8. Perché è un libro che si può leggere a salti, senza rispettare l’ordine di disposizione delle pagine, andando avanti e indietro, persino dalla fine. Se ad esempio ritenete che Francesco Bianconi, leader di Baustelle, sia sopravvalutato, potrete evitare di leggere da pagina 196 a pagina 198.
  9. Perché a pagina 214 si parla di Flavio Giurato e della sua “Valterchiari” e solo per questo meriterebbe di essere comprato.
  10. Perché se siete arrivati al termine della lettura e volete ascoltare anche “Romantic Italia” potete andare qui https://www.youtube.com/watch?v=k2_EwNDRROw&list=PLGhqm5qRA9qKiBhJCLdZcY5J4VqENFzno

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...